italiano english german french spanish russian

Cavi per Videosorveglianza, Descrizione e scelta d'uso dei migliori cavi per Videosorveglianza

Il cavo, quale elemento passivo dell’impianto, è ancora visto troppo spesso come secondario rispetto agli apparati. Infatti anche i moderni standard di trasmissione (ad es. HDCVI, AHD, HDTVI), sono stati sviluppati dalle principali aziende produttrici come tentativi di consentire l’upgrade dei sistemi analogici senza la necessità di sostituire i cavi, ovvero per consentire l’utilizzo delle nuove telecamere ad alta definizione con appositi protocolli in grado di essere trasmessi su cavi coassiali, riutilizzando i cavi posati per i vecchi sistemi analogici, e promettendo grandi risultati anche con cavi di scarsa qualità.

Ci si è presto accorti che installando le nuove telecamere HD sui vecchi cavi RG59 o similari, si ha un buon funzionamento solo con brevi tratte di alcune decine di metri, perché sono passate dalla banda dei 5 MHz (tipica dell’analogico) a quella attuale fino a 150 MHz (tipico dell’HDCVI 4K). La continua evoluzione degli strumenti e degli standard video, con qualità e definizioni sempre maggiori, hanno reso necessario anche lo sviluppo di cavi egualmente performanti. Ciò ha portato alla nascita ed alla continua implementazione della nostra serie VS / VSHD, studiata appositamente per supportare i sistemi più avanzati di ripresa e trasmissione sia analogica che digitale (o ibrida), con alti standard in termini di performance e qualsiasi sia il protocollo o la risoluzione d’immagine utilizzati (HDCVI, AHD, HDTVI).

Differenze e caratteristiche dei cavi per Videosorveglianza

Per fare un esempio, tutti i cavi forniti da Cavel®, siano essi di rete o coassiali, sono anche disponibili in formato combinato (segnale + alimentazione), ovvero forniti di cavi di alimentazione di diverse sezioni, che rendono possibile l’installazione con un’unica posa.

Il mondo della videosorveglianza, si divide in:

  • telecamere coassiali HDCVI, AHD, TVI e ANALOGICHE (quest’ultime in disuso);
  • telecamere IP (Internet Protocol).

Per le telecamere coassiali, Cavel® ha sviluppato 4 cavi coassiali in LSZH che permettono tratte dell’ordine di centinaia di metri:

  • VSHD40 (microcoassiale da 3,6 mm) per tratte fino a 250 m;
  • VSHD70 per tratte fino a 400 m;
  • VSHD80 per tratte fino a 500 m;
  • VSHD113 per tratte fino a 700 m;

(le tratte sopraindicate sono relative all’utilizzo con telecamere HDCVI 4K). Dei cavi sopraelencati, Cavel® ha realizzato anche la versione combinata con cavi di alimentazione (rosso e nero) da 0,5  0,75 e 1 mm² di sezione, per l’alimentazione separata della telecamera coassiale.

Per le telecamere IP, che utilizzano uscita Ethernet, Cavel® ha sviluppato un cavo di Cat.5e chiamato VS540 in LSZH sia in formato solo LAN (per l’alimentazione della telecamera secondo lo standard PoE Power over Ethernet), sia in formato combinato con cavi di alimentazione (rosso e nero) da 0,5  0,75 e 1 mm² di sezione, per dispositivi con alimentazione separata.

Sul sito www.cavel.it , nella sezione SUPPORTO TECNICO / CALCOLO - CADUTA è possibile calcolare la caduta di tensione dell’impianto inserendo il tipo di cavo, la corrente assorbita dalla telecamera e la lunghezza dello stesso, per dimensionare al meglio l’impianto di alimentazione. Lo stesso calcolo si può effettuare considerando la resistenza di loop (andata + ritorno) indicata per ciascun cavo nella sezione relativa sul catalogo.

 

Solo guaine LSZH: proprietà tecniche e suggerimenti di posa

Un’importante caratteristica, comune a tutti i cavi Cavel® dedicati alla Videosorveglianza, inclusi i conduttori elettrici, è di essere provvisti di una guaina senza alogeni che presenta le seguenti proprietà:

  • Non propagazione della fiamma e dell’incendio.
  • Bassa Emissioni di fumi.
  • Assenza di fumi alogenidrici.
  • Resistenza ai raggi UV.
  • Ideale per la posa interna, esterna ed in cavidotti interrati.
  • Suggerita per la posa in luoghi pubblici e in tutti i casi di necessità di sicurezza in caso d’incendio, come: scuole, ospedali, banche, aeroporti, ecc.
  • A Norma CEI-UNEL 36762, che consente la posa nei medesimi dotti di distribuzione dei cavi energia.

Caratteristiche fisiche dei cavi

Temperature d’installazione: -0 a 50 °C

Temperature d’esercizio:

  • Guaina PVC   - 30 a 80 °C
  • Guaina LSZH - 25 a 80 °C
  • Guaina PE      - 40 a 80 °C

Di seguito una tabella riassuntiva di prove da noi effettuate:

TIPO CAVO TIPO TELECAMERA
MODELLO DIAMETRO
ESTERNO
LUNGHEZZA MAX
FORZA TRAZIONE MAX (*) HDCVI 4K 
(8 Mpixel = 3840 x 2160)
AHD 2K 
(4 Mpixel = 2560 x 1440)
TVI 2K 
(4 Mpixel = 2560 x 1440)
 (mm)  (m) (N) (kg)
 VSHD113 6,6 700 150 15.3 image001_b image001_b image001_b
 VSHD80 5,0 500 90 9,2 image001_b image001_b image001_b
 VSHD70 4,0 400 80 8,2 image001_b image001_b image001_b
 VSHD40 3,6 250 50 5,1 image001_b image001_b image001_b

 (*) Da ricordare che più il cavo è sottile più è delicato; quindi bisogna fare attenzione durante la posa, alla massima forza di trazione indicata in tabella.